simone cametti
    "Simple Image Rotator" error! Please check the module settings and make sure you have entered a valid image folder path!
PDF

Roma 1982


Le sue opere sono il resoconto di un percorso costituito da azioni, gesti, imprese che documentano

l’opera nel suo realizzarsi. Che si tratti di interventi apparentemente minimali o di complessi progetti

a lungo termine, a Cametti interessa documentare le modalità tecniche e materiali che fanno l’opera.

Opera che, una volta finita, è anche occasione per misurare e valutare la propria resistenza fisica.

Senza la complessità del prima non esiste il dopo in cui l’artista cancella ogni traccia dello sforzo compiuto.



Sculpture and installation are decisive parts in the poetics of the artist, along with other media such as photography,audio and video.

Simone Cametti begins with the observation of materials and their physical characteristics. Marble, iron, organic elements.

In each he investigates the color, mechanical properties, luster, shape, with the specific desire to conceal the matter of departure,

to transform it completely. A subtle game that the artist uses to tell, in a silent and almost invisible manner, unpublished stories.

Little snippets of everyday life that hold the memories of past functional objects. For some time he has turned his interests towards

the study of landscape, while holding as the center of its investigation the material intervention in space. Literally shifting the gaze

on the change of perception due to changes in the physical environment, by the artist himself.




Formazione/ Education


2001 - 2002

Istituto statale d’Arte “ Osvaldo Licini” Ascoli Piceno.

The state Art School “Osvaldo Licini” in Ascoli Piceno.

2002 - 2004

Accademia di Belle Arti di Urbino.

He attends the S.V.A. of Urbino.

2005

R.U.F.A. “Libera Accademia di Belle Arti di Roma”

He moves to Rome to R.U.F.A. “S.V.A. of Rome”

2008

Stage di Eccellenza TAM “trattamento artistico dei metalli” fondazione Arnaldo Pomodoro.

Stage TAM “Artistc Treatment of Metals” from the Arnaldo Pomodoro Foundation.

2015/2016

Insegna tecniche performative per le arti visive all’Accademia di Belle Arti Rufa (Rome University of Fine Arts).

He’s teaching techniques for the performance Art in the School of Visual Art,  R.U.F.A. (Rome University of Fine Art).


Vive e lavora a Roma.

He lives and works in Rome.


Esposizioni Personali / Solo Exibition

 

2017

- TINA, One space One sound 12, a cura di Anna Cestelli Guidi e Claudio Libero Pisano, Auditorium Parco della Musica di Roma

2016

- Greenit, a cura di Claudio Libero Pisano, Galleria Francesca Antonini arte contemporanea, Roma

- Greenit, curated by Claudio Libero Pisano, Francesca Antonini contemporary art Gallery, Rome

2015

- 6 candele, a cura di Alessandra Caruso, nutrire il pianeta energia per la vita - Expo Milano 2015

- 6 Candles, curated by Alessandra Caruso, “Feeding the Planet, Energy for Life” – World Expo 2015

2012

Propoli, a cura di Claudio Libero Pisano, Galleria Il segno, Roma

- Propolis, curated by Claudio Libero Pisano, Il Segno Gallery, Rome

2010

- Prayer mat, CIAC “Centro internazionale per l’Arte Contemporanea”, Castello Colonna, Genazzano, Roma

- Prayer mat, CIAC “international center for contemporary art”, Colonna Castel, Genazzano, Rome


Esposizioni Collettive / major Group Exibition


2016

- denti, a cura di Sabrina Vedovotto, Algoritmo Festival, Bagnoregio

- denti, curated by Sabrina Vedovotto, Algoritmo Festival, Bagnoregio

- Anthropocene, Paola Cavalieri, Galleria Riccardo Crespi, Milano

- Anthropocene, written by Paola Cavalieri, Galleria Riccardo Crespi, Milan

-Silenzio per favore, a cura di Adina Pugliese, Spazio V.AR.CO., l’Aquila

-Silence please, curated by Adina Pugliese, Spazio V.AR.CO.  l’Aquila

-Two Calls for Vayont, Nuovo Spazio di Casso, Pordenone

-Two Calls for Vayont, Now space of Casso, Pordenone

- Casa Cametti, Dolomiti Contemporanee, ex villaggio Eni, Borca di Cadore, Belluno

- Casa Cametti, Dolomiti Contemporanee, ex villaggio Eni, Borca di Cadore, Belluno

2015

- Favi di miele, a cura di Cluadio Libero Pisano, il percorso della battaglia, Cassino

- Honeycombs, curated by Claudio Libero Pisano, the path of the battle, MonteCassino, Cassino

- Premio Giovani, curato da Gianni Dessì, Accademia Nazionale di San Luca, Roma

2014

- Start, a cura di Studio Pivot,  Saatchi Gallery, Londra

- Start, curated by Studio Pivot,  Saatchi Gallery, London

- Mont’oro, a cura di Guglielmo Gigliotti, Galleria Montoro 12, Roma

- Mont’oro, curated by Guglielmo Gigliotti, Montoro 12 Gallery, Rome

- Art is Real, a cura di Silvia Litardi e Guendalina Salini, Piazza Pasquino, Roma

- Art is Real, curated by  Silvia Litardi and Guendalina Salini, Piazza Pasquino, Rome

2013

- Nell'acqua capisco, a cura di Claudio Libero Pisano, 55° Esposizione Internazionale d'Arte la Biennale

di Venezia, evento collaterale, Ateneo Veneto e Procuratie Vecchie, Venezia

Nell'acqua capisco,  the 55° International Art Exhibition Venice Biennale, Collateral Event, curated by

Claudio Libero Pisano, Venice

- Ostrale 013, a cura di Andrea Hilger, International Austellung, Zeitgenössischer Künste, Dresda (D)

- Ostrale 013, curated by Andrea Hilger, International Austellung, Zeitgenössischer Künste, Dresden (D

- Flash art event, a cura di Caterina Tomeo, Palazzo del Ghiaccio, Milano

- Flash art event, curated by Caterina Tomeo, Palazzo del Ghiaccio, Milano

- Giorno della memoria, a cura di Fondazione Francesco Fabbri, Treviso

- Holocaust memorial Day, curated by Fondazione Francesco Fabri, Treviso

2012

- WHITE Milano, a cura di Clara Tosi Pamphili, Via Tortona 27, Milano

- WHITE Milano, curated by Clara Tosi Pamphili, Via Tortona 27, Milan

2011

- Ente Comunale di Consumo, a cura di Claudio Libero Pisano, Complesso Monumentale del Vittoriano, Roma /

Galleria Nazionale di Cosenza – Palazzo Arnone

- Ente Comunale di Consumo, curated by di Claudio Libero Pisano, Complesso Monumentale del Vittoriano, Rome /

National Gallery of Cosenza - Palazzo Arnone, Cosenza

-  It is not easy - Non è facile, a cura di Claudio Libero Pisano, Spazio Fandango Incontro, Roma

-  It is not easy, curated by Claudio Libero Pisano, Fandango space, Rome

-  Achtung Achtung, a cura di Micol Di Veroli, Ex Gil, Roma

-  Achtung Achtung, curated by Micol Di Veroli, Ex Gil, Rome

2010

Adrenalina 1.2,  Musei Capitolini - Centrale Montemartini, Roma

Adrenalina 1.2,  Capitoli Mueums - Centrale Montemartini, Rome

-  Kore. Singolarità in transizione,  a cura di Daniela Voso, Eclettica 2010, Casale della Cervelletta, Roma

-  Kore. Singolarity in transition,  curated by Daniela Voso, Eclettica 2010, Casale della Cervelletta, Rome

2009

- Sweet Kids, a cura di Micol di Veroli, Labicarte, Roma

- Sweet Kids, curated by Micol di Veroli, Labicarte, Rome

-  Premio Nazionale delle Arti, Le Ciminiere, Catania; Museo Crocetti, Roma

-  National art Prize, Le Ciminiere, Catania / Crocetti Museum, Rome


Premi / Prize


2016

Silenzio per favore, Fondazione Aria, Spazio V.AR.CO., l’Aquila

2015

-Finalista two calls for Vajont, Casso

2014

- Menzione speciale Premio Irene Brin

- Premio giovani Accademia Nazionale di San Luca, Roma

2012

-  Premio Terna 04