simone cametti

2014


Nella durata di due ore sono stati masticati due favi di miele:

«Masticando il favo la saliva scioglie le sostanze solubili, come miele e polline, si sciogliessero in bocca».

Quello che rimane all’interno della bocca è un bolo di cera che l’artista ha tirato fuori e plasmato sul momento,

creando 12 candele di cera d’api.

 


video